Torna questo venerdì la Notte Europea dei Ricercatori: l’evento finanziato dall’Unione Europea che da nove anni lavora a costruire un ponte di comunicazione tra il mondo della scienza ed il largo pubblico. Un appuntamento che quest’anno si presenta in grande stile, con un programma fittissimo di eventi in tutta la penisola: a nord a sud, da Trieste a Catania passando per Milano, Pavia, Ferrara, Bologna, Pisa, Roma, Bari, Cagliari e la cittadina laziale di Frascati che, tramite l’associazione Frascati Scienza, è la piccola grande patrocinatrice dell’evento. 

Tra i vari eventi in programma per il pubblico romano spicca la mostra dal titolo “I luoghi di Mercalli”, una mostra itinerante sulla biografia del grande sismologo Giuseppe Mercalli; la visita guidata ai giardini dell’Orto Botanico con approfondimento sull’evoluzione umana e l’apertura al pubblico dei laboratori dell’INGV. A Bari si terrà invece una mostra omaggio a Galileo Galilei a 450 anni dalla nascita, mentre presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Cagliari si parlera degli esperimenti di fisica delle particelle condotti al CERN di Ginevra. Il Centro ENEA (Ente per le nuove tecnologie, l’energia e l’ambiente) di Frascati invece aprirà le proprie porte di ingresso ai visitatori per una serie di incontri di divulgativi aventi per tema l’ambiente, l’energia e la sostenibilità. Ma la lista di eventi è fittissima e ognuno può cercare l’evento di proprio interesse nella propria città visualizzando il programma completo dell’evento. E dalle ore 20 di venerdì potrete seguire l’evento anche sui social grazie alla Twitter night sotto l’ashtag #ern.

Insomma, tutti pronti per portare a casa un pizzico di scienza? 

 

 

 

Marcello Ienca

Marcello Ienca

Cresciuto tra le montagne abruzzesi, studia presso La Sapienza di Roma (BA) e alla Humboldt Universität di Berlino (MA), per poi trasferirsi grazie ad una borsa di ricerca alla New York University. Ora è dottorando di ricerca presso il King's College London (UK) e specializzando presso il Centro di Bioetica Medica dell'Università di Louvain (Belgio). Si occupa principalmente di filosofia della scienza, bioetica, neuroetica, filosofia della biologia e dei fondamenti teorici delle scienze cognitive. Ogni tanto privilegia l'emisfero destro del suo cervello e scrive di poesia e teatro. Parla italiano, tedesco, inglese e spagnolo.

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle Plus

Comments are closed.